Le Newsletter‎ > ‎

Dalla città che cambia - n.1 settembre 2013

 
 

Il Laboratorio di Quartiere è stato riaperto nel settembre 2012 per tornare a essere un punto di riferimento per i residenti e per i soggetti locali  di questo ambito urbano oggetto di importanti interventi di trasformazione. Soprattutto per coloro che vivono nei tre cortili Aler di via Tommei ,  dove sono in programma i più  impegnativi interventi di ristrutturazione edilizia,  gli operatori del Laboratorio sono concentrati sulla delicata fase di accompagnamento alla mobilità dei nuclei famigliari e di riassegnazione degli alloggi.  In questo ambito l’equipe ha affiancato i referenti ALER per mappare e mettere a sistema le segnalazioni degli inquilini e dei diversi soggetti territoriali sui casi che, a diverso titolo, hanno fatto richiesta di trasferimento anticipato. Il Laboratorio ha inoltre facilitato la comunicazione con le famiglie attraverso singoli contatti, incontri nei cortili, collaborazione con i custodi e diffusione di materiale informativo.

La riapertura del Laboratorio, nella sua funzione di sportello di prossimità, garantisce agli abitanti un canale di comunicazione diretto con le istituzioni e con la rete locale, facilitando anche il  contatto con Aler per l’inoltro di  segnalazioni/richieste di manutenzione e questioni amministrative relative a tutti gli stabili del Molise e del Calvairate, al di là degli interventi di ristrutturazione previsti dal Contratto di Quartiere. Le azioni di indagine e ascolto attivate in questi mesi  hanno permesso e permettono di operare in sinergia con le differenti risorse del territorio verso  un miglioramento non solo della qualità dell’abitare, ma anche della convivenza nei cortili e nei luoghi di relazione del quartiere. In quest’ottica il Laboratorio collabora con il CPS di viale Puglie alla seconda edizione dell’evento di sensibilizzazione alla tematica del disagio psichico chiamato “Rara razza di Pazza Piazza”, esperienza  già consolidata da cinque edizioni nel Contratto di Quartiere S. Siro. 

In particolare il  Laboratorio di Quartiere Molise-Calvairate sta organizzando all’interno di tale evento una “BIBLIOTECA VIVENTE” : azione innovativa capace di promuovere il dialogo e favorire la comprensione in modo positivo e divertente, attraverso la narrazione delle proprie storie di vita. Gli abitanti diverranno “libri umani” e  metteranno a disposizione le proprie esperienze offrendo così un’occasione di abbattimento dei pregiudizi più sentiti nel quartiere e sul quartiere basati soprattutto  sulla non conoscenza dell’altro. Durante l’evento, che si terrà il 14 settembre in Piazza Martini dalle ore 10.00 alle 12.00 e dalle 15.00 alle 18.00, per leggere i libri non sarà necessario sfogliare pagine, ma solo……. chiacchierare!